Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

SITO IN COSTRUZIONE

Comunità territoriale VII Municipio: i numeri di Roma 2024

a cura della comunità territoriale del VII Municipio

(18 febbraio) Questa mattina si è svolta presso il Palazzo dei Congressi una scenografica presentazione della prima parte del dossier, presentato in contemporanea anche al CIO a Losanna, per la candidatura di Roma per le Olimpiadi e Paraolimpiadi del 2024.
Andando oltre il certamente condivisibile aspetto di cultura, fratellanza e condivisione che crea un evento sportivo,  si è anche parlato di numeri.
Il Presidente del Comitato Promotore Montezemolo e quello del CONI Malagò hanno presentato anche gli aspetti economici e di ricaduta sulla città di Roma.
I costi per gli impianti permanenti sono stati quantitifcati in 2.1 miliardi di euro destinati al Villaggio Olimpico, al centro stampa, alla Cycling arena, al Parco Naturalistico, alle Vele di Tor Vergata e allo Stadio Flaminio.
I costi per gli impianti temporanei sarebbero invece di circa 3.5 miliardi di euro. Alcune strutture, seppur denominate temporanee (ad esempio piste ciclabili per alcuni eventi) resterebbero poi alla città.
Le entrate sarebbero quantificabili in circa 3,2 miliardi di euro derivanti dalla vendita biglietti, dal contributo CIO, dal licensing, dal merchandising e dagli sponsor.
Uno dei motivi sottolineati è stato quello di una Olimpiade “low cost”, anche per il fatto che il 70% degli impianti sarebbe già disponibile, di una Olimpiade sostenibile, con progetti pensati anche in funzione della città e dei cittadini, di una Olimpiade trasparente (ci dovrebbe essere un comitato di garanti) e partecipata con la cittadinanza.
Oltre a Roma sarebbero coinvolte altre 11 città;10 per il calcio e Cagliari per la vela.
Montezemolo ha citato uno studio che ipotizza un impatto economico con crescita del 0.4% del PIL, di 177.000 posti di lavoro e di 2,9 miliardi di beneficio economico.
Il progetto si basa su tre grandi cluster (Tor Vergata, Fiera di Roma e Foro Italico) e su altri poli della città (Tor di Quinto, Stadio Flaminio, Palazzetto dello Sport, Villa Ada, Piazza di Siena, Marco Simone Golf, Pratoni del Vivaro) per le varie discipline.
In particolare sull’area del Campus di Tor Vergata sarebbe previsto il Villaggio Olimpico (per 17.000 atleti) ed il completamento delle Vele di Calatrava.
Non si è fatto cenno a nessuna infrastruttura su ferro per servire tale zona. Né si è fatto cenno a quali criteri verranno usati nella scelta delle aziende che dovranno edificare quanto necessario.

In definitiva è stata di certo una presentazione scenografica e coinvolgente anche per la presenza di molti atleti olimpici e di vecchie bandiere dello sport italiano.
Ora però, proprio in virtù della tanto nominata trasparenza e del coinvolgimento della città (non è stato toccato il tema di un possibile referendum), riteniamo che bisognerà scendere più nel dettaglio e rendere tangibile e concreta la volontà di condividere questa avventura con la cittadinanza, come fatto in altre città candidate alle Olimpiadi.

scarica Valutazione Economica Roma 2024 olimpiadi

Vedi anche

18 febbraio 2016 Il fatto quotidiano: Olimpiadi Roma 2024, altro che low cost: stesso budget del progetto bocciato da Monti. Perotti (Bocconi): “Una furbata”

Share This Post